Il cane è, come sappiamo, un animale con un forte istinto di appartenenza al branco e in quanto tale cerca all'interno di quella che è a tutti gli effetti una piccola società un capobranco. In natura questo ruolo viene preso dall'esemplare più carismatico e capace di imporre la propria volontà agli altri. Fondamentalmente tutti i cani portano istintivamente questo retaggio e lo estrinsecano o cercando di porsi alla guida della propria famiglia o riconoscendo l'umano che a suo giudizio è "meritevole di ricoprire quel ruolo. Inoltre è bene ricordare che più che un aspetto legato alla particolare razza la dominanza è una caratteristica del singolo esemplare: un barboncino può dare molti più da fare che non un pastore tedesco ! 

Gli esemplari maschi tendono più frequentemente a sviluppare tratti dominanti ma anche in questo caso ci troviamo di fronte a poco più che una regola generale, come molti proprietari di cagnoline dal carattere molto forte potranno confermare !


COME RICONOSCERE UN CANE DOMINANTE: CARATTERISTICHE


Uno sbaglio da non fare è quello di confondere un cane che si vuole imporre da uno con delle tendenze aggressive. Si tratta di due casi completamente differenti, l'uno è perfettamente naturale l'altro un vero problema sul quale a volte può essere anche difficile intervenire. La dominanza risiede in piccoli gesti o comportamenti del cane: vuole a tutti i costi entrare prima di noi in una stanza, non ascolta i nostri comandi pur avendo perfettamente capito che ci rivolgiamo a lui, vuole mangiare dal nostro piatto, tenderà a montare le persone, a mordere il guinzaglio e via discorrendo. Un esemplare che presenta caratteristiche simili sarà molto difficile da gestire, perché non riconoscerà ma l'autorità del suo padroneCome detto non si tratta di uno scontro necessariamente fisico ma in realtà nella quasi totalità dei casi si pone in essere una sottile sfida psicologica.


CANE DOMINANTE: COSA FARE


Anche in questo caso vale la regola del "bastone e della carota": quando il cane si irrigidisce sulle sue posizioni va sgridato con voce perentoria e mantenendo il contatto visivo e magari privato dei suoi giocattoli. Viceversa quando invece accetta il suo ruolo premiato e coccolato con piccoli premi. È molto importante che l'educazione di questi cani avvenga in tenera età: più il cane sarà adulto più avrà radicato in sé il proprio carattere, con facili conseguenza sul piano della facilità di correzione. 

Anche in quest'occasione ricordiamo che nell'educazione o nella correzione di caratteri dominanti è essenziale fermezza e coerenza: se vietiamo una cosa dobbiamo essere inflessibile nel punire il cane, se per una volta non riusciamo proprio a vietare al cane di salire sul divano deve essere una nostra scelta e non dobbiamo accettare il fatto compiuto.


ALCUNI CONSIGLI PRATICI:

  • Mangia prima del tuo cane e comunque mentre lo stai facendo non permettergli di mangiare a sua volta: in un branco l'esemplare dominante mangia sempre per primo, così deve essere anche nella vita di tutti i giorni
  • Da una regola a cosa e a quando mangia il tuo cane. Un'alimentazione libera è sconsigliata, l'esemplare deve capire che è il suo padrone a nutrirlo e deve riconoscergli il suo ruolo
  • Decidi te il momento per il gioco, per le coccole. È l'essere umano che guida, non il cane.