Primo o poi la maggior parte dei proprietari di gatti si trova  davanti alla necessità di compiere un viaggio in automobile o in treno  in loro compagnia. Le piccole dimensioni dell'animale naturalmente suggerisce l'utilizzo un trasportino per rendere più facile e sicuro il viaggio ed evitare fughe. Infatti il gatto, messo in un ambiente sconosciuto tenderà a cercare un posto appartato da dove studiare e prendere dimestichezza con l'ambiente circostante. Ciò lo espone ad allontanarsi dalla propria famiglia e probabilmente a smarrirsi.


COME VIAGGIARE IN TRENO CON IL PROPRIO GATTO

 


Le FS impongo al padrone di viaggiare in treno con l'esemplare custodito in un trasportino di dimensioni non superiori a 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori che alle vetture. Inoltre chi volesse viaggiare in cuccetta e in vagone letto dovrà prendere l'intero compartimento. 
Nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l’accesso ad alcun tipo di animali, eccezion fatta per i cani guida. 

Inoltre ogni passeggero può trasportare gratuitamente un solo esemplare. Queste regole, in vigore sulla rete gestita direttamente da FS sono generalmente in vigore anche sulle tratte gestite da aziende locali.



VIAGGIARE IN AUTO CON IL PROPRIO GATTO


Il codice della strada prevede che ogni animali trasportato in auto non costituisca pericolo per se, per i passeggeri e per gli altri autoveicoli. Considerate che la valutazione di pericolo è fatta  a discrezione del pubblico ufficiale che effettua il controllo, quindi è consigliabile utilizzare in  ogni caso un trasportino per evitare problemi di qualsiasi tipo di problema o contestazione.


Nel viaggiare in auto è importante evitare di esporre gli esemplari a eccessivo calore avendo inoltre l'accortezza di non posizionare i trasportini alla luce diretta del sole.


In caso di viaggi di lunga durata sono necessarie delle soste per permettere al micio di rifocillarsi e di fare i propri bisogni. Anche in questo caso i pericoli di fuga accidentale sono molto elevati, anche perché i gatti inevitabilmente saranno stressati dal viaggio e potrebbero istintivamente cercare un luogo tranquillo dove riposare.

Per ovviare a questo problema è possibile l'utilizzo di un collare per gatti.


Sia per l'utilizzo del collare che del trasportino è consigliato avere l'accortezza di abituare il gatto al loro utilizzo prima della partenza. Eviterete un viaggio con un esemplare nervoso, con benefici sia per la sua sia per la vostra tranquillità.



E PRIMA DI PARTIRE PER UN LUNGO VIAGGIO RICORDA CHE...


è consigliabile far visitare il vostro gatto da un veterinario per escludere la presenza di patologie che possano sconsigliare un trasferimento. Inoltre, in caso di viaggi all'estero, ricordate sempre di verificare le normative sanitarie in vigore in ciascuno stato estero compreso nel vostro itinerario.



Una volta fatta chiarezza sulle modalità di viaggio non resta che prendere in famiglia un gatto di razza. Per questo c'è MY PET !

Clicca su:  https://mypetstore.it/cuccioli...