I Dobermann sono cani relativamente recenti, essendo stati selezionati a partire dalla seconda metà del  XIX secolo, e riconosciuto dalla FCI che lo ha inserito del 2° gruppo della sua classificazione delle razze canine ( cani di tipo pinscher, schnauzer, molossoidi e cani bovari svizzeri). Questi cani sono stati tra quelli più colpiti dal pregiudizio sulla pericolosità di date razze e inoltre sono al centro di una radicata legenda metropolitana: secondo molti la loro scatola cranica non sarebbe abbastanza grande per poter contenere il cervello di questi cani, facendo impazzire gli esemplari al momento del loro raggiungere l'età adulta. Tanta assurdità ha però preso piede nell'immaginario comune etichettando per decenni la razza.




CARATTERISTICHE FISICHE DEL DOBERMANN



Il dobermann è un cane di taglia medio-grande: gli esemplari di sesso maschile misurano dai 68 ai 70 cm di altezza per un peso che oscilla tra i 40 kg e i  44 kg, mentre  le femmine  hanno dimensioni che vanno dai 63 ai 67 cm di altezza  per un peso che oscilla tra i 32 kg ai 36 kg. Il fisico è atletico e slanciato. muscoloso, ma sempre leggero. La coda, sottile e di media lunghezza è di buona lunghezza ma specialmente in passato veniva spesso amputata, così come le orecchie che sono, al naturale,  lunghe e pendenti.  Entrambe queste pratiche oggi stanno lentamente cadendo in disuso e  in molti stati europei sono state vietate per legge.

Il tartufo del dobermann è molto voluminoso e reso ancora più evidente da una testa piccola relativamente piccola,  collo slanciato ed elegante che alleggerisce ancor di più la figura di questi cani.

Il pelo è raso e lucido, ispido, liscio e lucente, con attaccatura sottile e al tatto omogeneo. Lo standard ufficiale non prevede macchie di colore di alcun tipo. Il pigmento più diffuso è il nero focato, ma viene ugualmente ammesso dalla standard della razza il marrone focato.  

La struttura del cane trasmette solidità pur non essendo eccessivamente muscoloso e mantenendo estrema eleganza e leggerezza nei movimenti.




IL CARATTERE DEL DOBERMANN



Nel rapporto con gli umani Il dobermann risulta estremamente equilibrato, fedele, pronto a rispondere agli ordini ricevuti e affettuoso. Si lega in modo speciale a colui che riconosce come il suo padrone ma fa si affeziona e protegge l'intera famiglia. I dobermann sono molto predisposti all'addestramento e il loro stesso carattere da adulti risentirà in modo netto dell'educazione ricevuta, anche nei rapporti con gli altri essere umani: addestrato all'aggressività e alla difesa farà suo questo compito senza remore, educato in modo più dolce e senza esasperare i suoi tratti sarà invece un perfetto cane da famiglia non palesando comportamenti aggressivi di alcun tipo. Naturalmente anche alla luce della sua prestanza fisica il cane non va provocato e va rispettato, accortezza per altro da utilizzare con ogni razza di cane
 Una buona socializzazione ed un proprietario dal comportamento coerente sono la base per far crescere un cane educato e senza particolari problemi comportamentali. Quelli di questa razza sono del resto cani capaci di "leggere" con esattezza il contesto in cui si trovano e comportarsi di conseguenza.

Sono ottimi cani da guardia e, se addestrati, da difesa personale.