Il gatto certosino è un felino dalla storia molto antica, le cui prime testimonianze scritte risalgono al 16° secolo. Il suo nome potrebbe derivare dall'essere i gatti tradizionalmente utilizzati dai monaci dell'omonimo ordine per proteggere le derrate alimentari dai topi. Altre fonti lo danno invece portato in Europa dai crociati al termine delle campagne militari in Terra Santa, dando alla quindi alla razza origini orientali.

ASPETTO DEL GATTO CERTOSINO


Questa razza ha un pelo molto soffice e di colore grigio tendente al blu. AI fini della definizione dello standard della razza sono ammesse tutte le tonalità di grigio, con l'unico divieto della presenza di macchie o striature. Alla nascita sono presente delle leggere striature che però sfumano con il crescere.
Gli occhi sono tondi e dal tipico color rame.  Le zampe sono corte e dalla caratteristica forma rotondeggiante. Sorreggono una struttura muscolosa e un primo sguardo possono sembrare esili rispetto al resto del corpo. Spalle e petto sono robuste. Il peso medio per questo gatto dalla taglia medio grande è tra i 6 agli 8 kg.  La coda è lunga e dal pelo folto. Il gatto certosino ha una vita media di 14 anni.

CARATTERE DEL GATTO CERTOSINO

Hanno un aspetto che ricorda quello di un peluche e verrebbe da coccolarli e stringerli tutto il tempo. Tuttavia questi mici, pur estremamente affettuosi e legati al padrone da un rapporto strettissimo, tendono a ritagliarsi dei momenti di solitudine come e più delle altre razze. Il rapporto con il padrone è talmente intimo da fargli attribuire il soprannome di gatto-cane. Amano giocare, anche se vige il principio per il quale è lui a decidere quando. Sono solitamente animali silenziosi, miagolano raramente e in famiglia convivono con altri animali senza particolari problemi