Il mini ghiro africano, ultimo arrivato tra gli ospiti delle strutture My Pet, è conosciuto anche con il nome di mini ghiro dei boschi e con il nome scientifico di Graphiurus murinus, è un roditore molto curioso e attivo. Pur amando nascondersi negli anfratti offerti dai rami, che nella sua teca non devono mai mancare, se a suo agio si fa toccare e prendere in mano dall'uomo senza alcun problema.

ASPETTO FISICO

Questi piccoli roditori hanno una pelliccia molto folta, che alterna zone molto soffici ad altre più ruvide. Il colore del manto passa dal bianco al grigio con zone bruno-rossastre. Il muso è appuntito con occhi grandi e orecchie rotonde. Sulle guance posso essere presenti macchie bianche o nere. La coda è di un pelo fitto con l'estremità solitamente dalle sfumature bianche. Anche da adulti conservano misure ridotte, tra i dieci e i quindici cm coda compresa.

COME ALLEVARE UN MINI GHIRO AFRICANO


Allevato in cattività la sua dieta deve essere prevalentemente a base di frutta, con integrazione di prodotti dedicati a base di semi e tarme della farina. Si consiglia una teca in vetro con sezioni in rete a maglie molto strette per garantire una buona areazione evitando fughe. Per far bere l'esemplare si consiglia di utilizzare un beverino, per evitare che gli esemplari si facciano il bagno nella ciotola dedicata sporcando l'acqua.

MY PET
a inizio 2018 ha cominciato a ospitare nelle sue strutture di Roma esemplari di mini ghiri africani, assistiti da personale veterinario specializzato. Clicca QUI per altre info o raggiungi le nostre sedi !