My Pet Store
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il blog di My Pet

Il blog di My Pet > Giocare con il proprio gatto: come e perché

Giocare con il proprio gatto: come e perché

Un gatto attivo è un gatto felice

Share on Facebook
Tweet

I gatti domestici portano dentro di loro l'innato istinto da cacciatori che, in mancanza di prede naturali, necessariamente sfogano con il gioco. Se l'ambiente dove vivono è ricco di stimoli il padrone può permettersi di dedicare meno tempo a questo aspetto ma in caso contrario non c'è alternativa: si deve passare del tempo con il proprio micio in modo attivo !

PERCHÈ GIOCARE CON I NOSTRI GATTI


Se trascurati i nostri gatti diventano apatici e manifestano tutto il loro disagio. Ricordiamoci che il supposto amore dei felini per la solitudine è forse in parte valido solo se hanno di che distrarsi: chiusi in una stanza di certo non vivono uno situazione di benessere psico-fisico.

I giochi preferiti dai gatti sono essenzialmente quelli in cui si simula la caccia. Si sconsiglia in questo caso di usare le mani, sia per non abituare al gatto a morderci sia perché nel caso sia molto eccitato potrebbe finire per farci del male, pur involontariamente. 

Del resto per catturare la loro attenzione basta qualsiasi cosa si muova, meglio se velocemente e a scatti come farebbe una preda, e faccia rumore. Utilissime in questo senso sono le classiche bacchette con su attaccato un topolino di stoffa o anche un piccolo peluche.

Altro gioco che i gatti adorano fare con i propri padroni è quello di fare piccoli agguati, nascosti dietro un mobile o dei tendaggi: sta a noi far finta di cadere nel loro tranello, anche se sarà ben più facile che questi ci sorprendano veramente !

Curiosamente i gatti possono affezionarsi molto a piccoli giocattoli di pezza, ci giocheranno e spesso ci andranno letteralmente a dormire insieme. Alcuni mici addirittura miagolano verso i loro peluche.

Si consiglia di giocare con il proprio gatto almeno una o due volte al giorno, per non più di 5 - 10 minuti. Infatti sforzi troppo prolungati non sono indicati, non dimentichiamoci che nella caccia sono degli scattisti e il lavoro fisico in se è molto breve: come detto in precedenza i gatti tendono a riproporre nel gioco tutto quello che fanno quando inseguono le loro prede. Se il tuo gatto ha dei problemi la notte, troverai d'aiuto giocare prima di andare a letto (o aggiungere una terza sessione di gioco). Se il tuo gatto non vuole giocare la prima volta in cui ci provi non scoraggiarti. Continua a provare e cerca di capire quando il tuo gatto ha più voglia di giocare. In definitiva, come avrai già notato in altri contesti, sarà il felino di casa a decidere !

Prestate attenzione
al lasciare corde, spaghi o oggetti simili: non è raro che i gatti ci rimangano impigliati, specialmente se indossano collari. A tal proposito: questi sono oggetti di cui i felini farebbero tranquillamente a meno, sceglieteli di non ingombranti e senza campanellino. Infatti il continuo rumore provocato stressa l'animali e può arrecare danni all'udito.

Un ultimo consiglio
: i gatti si annoiano facilmente, hanno bisogno sempre di nuovi stimoli. Occorre cambiare spesso tipo di giocattolo, inseguire la novità. Tutto ciò potrà sembrare impegnativo, ma alla fine sarete innanzitutto Voi ad averne beneficio. Parola di MY PET !


Il blog di My Pet > Il coniglio Angora

Il coniglio Angora

Originario della Turchia e diffuso in tutta Europa

Share on Facebook
Tweet

Tra le razze di coniglio nano presenti nelle strutture My Pet potete trovare anche i conigli Angora. Questa particolare variante è originaria della Turchia e grazie alla particolare conformazione del suo pelo si è ben presto diffusa in tutta Europa, in un primo momento per la qualità della sua lana e solo in tempi relativamente recenti come animali da compagnia.


TRATTI PECULIARI DEL CONIGLIO DI ANGORA


Questa razza ha il suo tratto distintivo nel suo pelo, che arriva a esser lungo anche 8 cm e che ricopre anche muso, cranio e orecchie. Ciò ovviamente comporta una cerca cura negli animali, che devono essere spazzolati con una certa frequenza, soprattutto per quelli tenuti come animali da compagnia.

Esistono differenti varietà di conigli di Angora:

INGLESE
:
L'Inglese è il coniglio d'Angora di taglia più piccola tra le razze riconosciute. È più comunemente utilizzato come animale da compagnia. Il pelo può essere sia integralmente bianco sia presentare delle macchie colorate, Inoltre è  l'unica variante ad avere anche gli occhi coperti dal pelo. Può arrivare a pesare fino a 3.5 kg.

FRANCESE:
Leggermente più grande della variante inglese, ha un pelo che necessità di meno cure rispetto ai "cugini" e da questo si ricava un tessuto resistente con cui si realizzano apprezzati tessuti. Arriva a pesare 4.5 kg

GIGANTE
È questa la varietà più grande, il suo pelo è stato via via selezionato per essere il più lavorabile possibile dall'industria tessile. Ha una crescita lenta che richiede fino a un anno e mezzo per raggiungere le dimensioni definitive. Supera i 4.5 kg di peso

SATIN

L'Angora Satin è il risultato dell'incrocio tra il coniglio Satin e gli Angora francesi.  Rispetto agli altri Angora produce meno lana ma con dei tratti molto lucidi, caratteristica mutuata dai Satin.


Purtroppo proprio in virtù della bellezza del loro pelo gli angora sono stati spesso al centro di trattamenti al limite della tortura durante i processi di lavorazione della lana al di fuori di ogni controllo e purtroppo non affatto rari. Solo negli ultimi anni l'attenzione dell'opinione pubblica e degli organi di controllo si è gradualmente interessati a queste pratiche.


COME ALLEVARE UN ANGORA DOMESTICO


Un coniglio d’angora non richiede particolari rispetto ad un altro tipo di coniglio, eccezion fatto per il suo pelo, che deve essere spazzolato ogni giorno, prima in un verso e poi in un altro, per evitare la formazione di nodi. Quando questi si creano l'unico modo per eliminarli è ricorrere alle forbici, facendo attenzione a non ferire il tessuto cutaneo.

Anche le precauzioni per l'alimentazione sono le stesse per altre tipologie di conigli domestici: verdura fresca alternata a prodotti secchi per permettere il consumo degli incisivi.


GLI ANGORA E MY PET


Le nostre strutture ospitano questa varietà e come accade per tutti i nostri conigli sono costantemente seguiti dalla clinica veterinaria con cui collaboriamo e dal nostro staff qualificato. Tutti gli esemplari che transitano per le sedi MY PET prima di trovare famiglia sono vaccinati e con un proprio libretto sanitario.

Controllate sulla relativa pagina del nostro sito le disponibilità di questa razza.
Gli angora sono ritirabili esclusivamente presso le nostre strutture.
Vi aspettiamo !


Il blog di My Pet > Colletta Alimentare e Adozioni del Cuore

Colletta Alimentare e Adozioni del Cuore

Un evento nato dalla collaborazione tra My Pet e Aida&A

Share on Facebook
Tweet
Abbiamo già parlato della ONLUS A.I.D.A. & A, una realtà oramai consolidata del panorama del volontariato della Regione Lazio. Abbiamo il piacere da tempo di organizzare con questi cari amici eventi a favore degli animali più sfortunati. Nei due giorni che precedevano il Natale abbiamo pensato che fosse utile invitarvi a partecipare a una colletta alimentare, ospitando uno stand di questa nobile realtà nella sede MY PET HAPPIO. Oltre a poter contribuire al sostentamento di tanti animali in difficoltà potrete prendere visione di tutte le iniziative di cui A.I.D.A. & A è protagonista e valutare l'adozione di qualche esemplare in cerca di una famiglia.

Come in ogni occasione in cui vi abbiamo coinvolto in iniziative di beneficenza anche questa volta siete accorsi numerosi e avete fornito un fattuale aiuto alla quotidiana attività di assistenza agli animali più sfortunati portata avanti, spesso non senza difficoltà,  da A.I.D.A. & A

Grazie !
My Pet

Il blog di My Pet > Attivata nuova partneship veterinaria

Attivata nuova partneship veterinaria

Abbiamo migliorato il nostro servizio di assistenza veterinaria

Share on Facebook
Tweet

Con il crescere del numero di clienti che si rivolgono alle nostre strutture e con il previsto aumento delle strutture MY PET abbiamo avvertito la necessità di avere un partner veterinario strutturato, con il quale offrire servizi accurati con strumentazioni e staff medico di primo livello.

Per questo da gennaio 2019 collaboriamo con il Centro Veterinario Villa Flaviana, un punto di riferimento consolidato sia per gli addetti del settore sia per i tanti proprietari di Pet che negli anni si sono rivolti a questa struttura. D'ora in poi saranno i suoi professionisti a prendersi cura dei cuccioli ospitati nelle nostre sedi, sia per le prima vaccinazioni sia per ogni esigenza che si dovesse presentare, così da garantire ai nostri animali una ancor di più una accurata assistenza veterinaria.



QUALI SERVIZI E CURE VETERINARIE POSSIAMO OFFRIRE GRAZIE ALLA PARTNERSHIP CON VILLA FLAVIANA ?


Innanzitutto chi scegli MY PET per i suoi cuccioli potrà beneficiare di una prima visita veterinaria completamente gratuita.  La Clinica è inoltre attrezzata e cura casi di:

Interventi chirurgici
Chirurgia mini-invasiva
Ecografie ed ecocardio
Radiografie digitale
Assistenza neonatale
Ortopedia e traumatologia
Dermatologia

Questa completa copertura medica è stato il motivo per cui la nostra scelta è caduta su Villa Flaviana: abbiamo voluto individuare un partner che potesse un punto di riferimento per ogni necessità nei nostri clienti, come ci piace pensare che sia MY PET per quanto non attiene specificatamente all'ambito medico.

A seguire i contatti della Centro Veterinario Villa Flaviana

https://www.centroveterinariovillaflaviana.it


Viale Antonio Ciamarra, 91/9300173 - Roma - RM

Tel: +39.06.96040881 (Reperibilità Telefonica H24)

Email: info@centroveterinariovillaflaviana.it

Lunedi-Sabato dalle 09:30 alle 19:30

Il blog di My Pet > Pastore Tedesco

Pastore Tedesco

Caratteristiche di una delle razze più amate in Italia

Share on Facebook
Tweet


I Pastori Tedeschi hanno avuto il loro primo riconoscimento ufficiale nel 1901 e grazie alla loro versatilità di utilizzo, alla spiccata intelligenza e facile addestrabilità hanno avuto fin da subito una rapida diffusione anche al di fuori dai confini tedeschi. Curioso ricordare  che nel mondo anglofono, e in particolare in Gran Bretagna, questi cani sono conosciuti anche con il nome di Pastori Alsaziani, per proteggere la razza dai diffusi sentimenti anti tedeschi comuni dopo la fine della seconda guerra mondiale.


CARATTERISTICHE FISICHE DEL PASTORE TEDESCO

Quelli di questa razza sono esemplari di dimensioni medie, alti circa 60 cm al garrese, tra i 30 e i 40 Kg di peso, con la femmina un po’ più leggera ma non meno di 25 Kg. Le orecchie  spiccano sul cranio,sono portate diritte e simmetriche. Terminano a punta con il padiglione rivolto in avanti.  La testa ha un aspetto cuneiforme, ben proporzionata al resto del corpo, simile a quella di un lupo ma meno esile, in particolar modo nella zona della mandibola. Il pelo è corto e doppio con sottopelo. Il pelo di copertura deve essere il più folto possibile, dritto, duro e serrato. Sono ammessi colori del manto, oltre al classico marrone chiaro e nero, anche nero e grigio. Per il riconoscimento del pedigree non sono ammessi accoppiamenti tra esemplari di colori differenti.
I Pastori Tedeschi presentano un dorso solido e muscoloso, lievemente inclinato all'indietro. Le reni sono ampie e anch'esse muscolose. La coda si estende almeno sino al garretto senza però oltrepassare la metà del metatarso. Il pelo è leggermente più lungo nella sua parte inferiore. La coda è portata pendente, un po’ incurvata. Si drizza quando il cane è eccitato ma anche in questo caso  non supera la linea orizzontale. Le zampe sono forti e ben piantate a terra.
Hanno una caratteristica andatura a passo di trotto, calma e regolare.








IL PASTORE TEDESCO: CARATTERE


Trovandoci di fronte a un Pastore Tedesco solitamente ci imbattiamo in un esemplare dal carattere equilibrato e capace di adattarsi a qualsiasi situazione. Sono cani a loro agio in molti contesti, a partire da quella familiare anche in presenza di bambini. Con il proprio nucleo familiare e in particolare con il proprio padrone, che sarà generalmente solo e con il quale costruirà una relazione speciale,  ama vivere un rapporto di fiducia e dedizione.
Non è un cane aggressivo e in ogni caso risponde bene ai comandi del padrone anche in momenti di particolare eccitazione. In caso di difesa, propria o del proprio padrone, saprà comunque farsi valere. Queste caratteristiche ne fanno un cane molto indicato per l'impiego nelle forze di polizia, ruolo che è praticamente associato a questa razza.


LA SALUTE DEL PASTORE TEDESCO


La displasia dell'anca o del gomito è una delle malattie più comuni di questa razza, altrimenti di buona salute e senza il bisogno di cure particolari. Anche queste patologie tuttavia colpiscono meno del 15% degli esemplari e la scelta di un esemplare con pedigree e assenza di tali malattie  nelle generazioni precedenti può limitarne la diffusione.


MY PET E I PASTORI TEDESCHI


Collegati sul sito di MY PET alla pagina dedicata ai nostri cuccioli e scopri se nelle nostre strutture abbiamo esemplari di questa razza.
Tutti i cuccioli di cane che transitano nelle sedi MY PET  provengo esclusivamente da allevatori italiani e hanno già iniziato le prime cure  e vaccinazioni. Sono inoltre tutti iscritti all'anagrafe canina e dotati di microchip.












.

Il blog di My Pet > Mini ghiri africani, nuovi ospiti delle strutture My Pet

Mini ghiri africani, nuovi ospiti delle strutture My Pet

Share on Facebook
Tweet

Il mini ghiro africano, ultimo arrivato tra gli ospiti delle strutture My Pet, è conosciuto anche con il nome di mini ghiro dei boschi e con il nome scientifico di Graphiurus murinus, è un roditore molto curioso e attivo. Pur amando nascondersi negli anfratti offerti dai rami, che nella sua teca non devono mai mancare, se a suo agio si fa toccare e prendere in mano dall'uomo senza alcun problema.

ASPETTO FISICO

Questi piccoli roditori hanno una pelliccia molto folta, che alterna zone molto soffici ad altre più ruvide. Il colore del manto passa dal bianco al grigio con zone bruno-rossastre. Il muso è appuntito con occhi grandi e orecchie rotonde. Sulle guance posso essere presenti macchie bianche o nere. La coda è di un pelo fitto con l'estremità solitamente dalle sfumature bianche. Anche da adulti conservano misure ridotte, tra i dieci e i quindici cm coda compresa.

COME ALLEVARE UN MINI GHIRO AFRICANO


Allevato in cattività la sua dieta deve essere prevalentemente a base di frutta, con integrazione di prodotti dedicati a base di semi e tarme della farina. Si consiglia una teca in vetro con sezioni in rete a maglie molto strette per garantire una buona areazione evitando fughe. Per far bere l'esemplare si consiglia di utilizzare un beverino, per evitare che gli esemplari si facciano il bagno nella ciotola dedicata sporcando l'acqua.

MY PET
a inizio 2018 ha cominciato a ospitare nelle sue strutture di Roma esemplari di mini ghiri africani, assistiti da personale veterinario specializzato. Clicca QUI per altre info o raggiungi le nostre sedi !