My Pet Store
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Il blog di My Pet

Il blog di My Pet > Curiosità sui gatti

Curiosità sui gatti

Le risposte ad alcune domande sui gatti che tutti ci poniamo

Share on Facebook
Tweet

Il gatto è uno degli animali domestici più diffusi in Italia. Ci sono molti aspetti di questi animali così enigmatici che sono oggetto di dibattito sia tra gli esperti sia tra i semplici proprietari. Sul mondo di questi felini esistono però anche domande di certo senza un alto tasso scientifico però egualmente molto diffuse:

QUAL'È  LA RAZZA DI GATTO PIÙ GRANDE AL MONDO ?


Tra i gatti domestici, esclusi quindi i fari felini che a loro si avvicinano ma che sono da considerarsi a tutti gli effetti animali selvatici la razza più grande è quella dei Maine Coon. Questi gatti raggiungono anche i 16 kg di peso e sono il simbolo dello stato della costa ovest degli Stati Uniti. Molto sono le leggende che ruotano intorno a questi micioni, dall'essere gatti eredi di quelli scampati dal massacro della famiglia reale francese durante la rivoluzione al provenire da un'incrocio tra una lince e un'orsetto lavoratore.
Di certo ci solo le caratteristiche di questa razza, che presenta zampe grandi e rotonde per avere un'ottima aderenza, l'essere ottimi cacciatori e appunto la mole stupefacente.









I GATTI SANNO NUOTARE ?


I gatti sono, contrariamente a quanto si crede, ottimi nuotatori. In natura si trovano spesso a cacciare vicino a fiumi e specchi d'acqua, in caso di cadute accidentali di certo non affogano ! Anzi alcune razze, come il Turkish Van e Il Gatto delle Foreste Norvegesi, sono ottimi nuotatori. In linea generale i gatti già dal secondo mese di vita manifestano ottime doti di acquaticità

In caso di caduta accidentale in acqua il pericolo non viene tanto dall'affogare ma dallo sfinimento: in caso di mancanza di forze dopo un lungo nuotare il gatto potrebbe perire.









PERCHÈ I GATTI CADONO SEMPRE SULLE ZAMPE ?

Avrete forse notato che i gatti hanno la capacità di cadere sempre o quasi sulle zampe, sfidando la gravità e facendo torsioni molto ardite. I gatti sono capaci di eseguire questa manovra grazie alla loro colonna vertebrale insolitamente flessibile e alle loro clavicole non funzionali. L'altezza minima richiesta perché avvenga completamente questo riflesso senza pericoli è di circa 90. Anche i gatti senza una coda hanno questa capacità in quanto un gatto muove perlopiù le zampe posteriori e si basa sulla conservazione di momento angolare per prepararsi all'atterraggio Durante la torsione della colonna vertebrale la coda è poco utilizzata la sua assenza non pregiudica la riuscita della manovra.
Recenti studi e la semplice osservazione inoltre dimostrano che i gatti si allargano in modo simile agli scoiattoli e riescano a frenare aumentando così la loro superficie di atterraggio. Questa dote, unita al riflesso verticale e ai cuscinetti ammortizzanti posti sotto le zampe, aiuta i felini a sopravvivere alle cadute anche da altezze importanti.









Il blog di My Pet > Come difendere i nostri animali domestici dai fuochi d'artificio

Come difendere i nostri animali domestici dai fuochi d'artificio

La notte più difficile di cani e gatti

Share on Facebook
Tweet

Come tutti sappiamo gli animali hanno una forte sensibilità agli stimoli esterni, retaggio del loro dover essere attenti all'ambiente circostante per fuggire dai predatori e per riuscire nella caccia. Al tempo stesso tutto quanto non è usuale, al quale l'esemplare non è abituato suscita in lui sempre una certa apprensione.

In determinate occasioni è difficile coniugare i bisogni del animali e radicate tradizioni dell'uomo, lodevoli o deprecabili che siano. Sicuramente la Notte di San Silvestro è una di quelle volte in cui questo conflitto esplode, nel vero senso della parola, con la tradizione dei fuochi d'artificio.

Provate ad immaginare  un cane che all'improvviso viene travolto da un vortice di luce accenti e rumori, senza saperne l'origine: come minimo sarà terrorizzato dall'esperienza e vorrà scappare, magari rischiando di farsi male. Lo stesso per un gatto, o per praticamente tutti i nostri animali domestici.


COME RIMEDIARE A TERRORE PROVOCATO DAI FUOCHI D'ARTIFICIO NEI NOSTRI ANIMALI DOMESTICI ?

Abbiamo detto che i gli animali sono più sensibili ai rumori, per motivi legati alla percezione degli Hertz ampiamente dimostrata dalla scienza. La domanda è quindi: come porre rimedio?

In commercio esistono prodotti naturalmente calmanti, a base di feromoni o erbe, che contribuiscono a mantenere l'animale calmo. Naturalmente questa giusta precauzione deve essere accompagnata da rimedi più "pratici".

Risulta essenziale lasciare l'esemplare chiuso dentro la nostra abitazione: ciò sia per evitare il rischio di fughe troppo spesso fatali che per attenuare il rumore percepito.

Il contatto con i padroni nel caso di animali abituati a "sentire" il calore, odore e tatto dell'uomo ha un naturale effetto calmante, specie naturalmente se tratta di appartenenti al nucleo familiare.

Porre la cuccia o la gabbia dell'animale in un luogo ancora più riparato rispetto al solito.

Altra precauzione molto facile da attuare è mettere un sottofondo di rumori familiari l'ambiente in cui l'animale si trova, un televisore acceso, una radio, qualcosa che l'animale conosce e che attenua i boati dei fuochi artificiali

Si deve assolutamente prestare attenzione alle fughe: esemplari in preda  una crisi di panico potrebbe abbandonare le precauzioni o l'obbedienza usuali e fuggire, correndo il rischio di smarrirsi o di perire in questa fuga verso il silenzio. Naturalmente cani e gatti con targhetta o microchip potranno essere rintracciati con maggior facilità in casi simili.

Come ultima misura vi consigliamo di informarsi su quale clinica veterinaria sia di turno la notte di San Silvestro o i giorni immediatamente precedenti e successivi, per avere un riferimento medico in caso di necessità.